pasta e riso

Sono stati pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale, i due decreti ministeriali per introdurre l'obbligo di indicazione dell'origine del riso e del grano per la pasta in etichetta;

 L'obbligo definitivo, scatterà il 16 febbraio per il riso e il 17 febbraio per la pasta.

 

 

 

 

 

 

 

Cosa prevedono i decreti?

 

Per il grano/pasta:

Il decreto prevede che le confezioni di pasta secca prodotte in Italia, dovranno avere obbligatoriamente indicate in etichetta le seguenti diciture:

a) Paese di coltivazione del grano;

b) Nome Paese di molitura, in cui il grano è stato macinato;

Se queste fasi avvengono nel territorio di più Paesi possono essere utilizzate le seguenti diciture: Paesi UE e NON UE

Se il grano duro è coltivato almeno il 50% in un solo paese, es. Italia,si può utilizzare: "Italia e altri paesi UE e/o NON UE"

 

Per il riso:

Il provvedimento prevede che sull'etichetta vengono indicati: 

a) Paese di coltivazione del riso; 

b) Paese di lavorazione; 

c) Paese di confezionamento 

Se le tre fasi avvengono nello stesso paese è possibile utilizzare; "origine del riso : Italia"

Anche per il riso; se queste fasi avvengono nel territorio di più Paesi possono essere utilizzate le seguenti diciture: Paesi UE e NON UE

 

Per informazioni più dettagliate

Contattare il nostro ufficio: 0577 373643